La   parola   stress,   prima   che   in   medicina,   è   stata   usata   in   fisica   e   in   scienza   delle   costruzioni,   con   il significato   di   sollecitazione,   affaticamento.   Si   parla   di   stress   dell'acciaio,   del   calcestruzzo,   dei   cristalli   e   dei metalli   sottoposti   a   sollecitazioni   come   trazioni,   pressioni,   urti,   vibrazioni,   torsioni,   fino   al   punto   critico   di rottura.   Questo   concetto   ben   si   adatta   anche   all'uomo,   proprio   perchè   pure   il   corpo   umano   e   il   suo   sistema nervoso,   come   le   travi   di   cemento   armato   e   i   ponti,   sono   sottoposti   a   sollecitazioni   ambientali   continue,   spesso eccessive.   Da   questa   analogia   nasce   l'uso   comune   della   parola   stress,   oggi   così   diffusa,   e   che   condiziona   la vita di gran parte delle persone dei paesi civilizzati. Principi:    E'   compito   di   ogni   essere   umano   saper   mediare   le   esigenze   del   proprio   organismo   con   quelle   dell'ambiente circostante   al   fine   di   mantenere   quel   equilibrio   che   è   l'espressione   del   benessere   psicofisico.   La   salute,   quindi è   un   bene   che   dobbiamo   saper   ricercare   continuamente,   attraverso   l'ascolto   del   nostro   corpo   e   di   quel   suo particolare   istinto   di   conservazione.   Dentro   ogni   persona   c'è   un   "medico   interno"   che   ci   può   guidare   alla salute   e   al   benessere,   sempre   che   lo   ascoltiamo.   Se   noi   siamo   il   nostro   corpo,   il   massaggio,   dando   voce   al corpo, ne promuove l'ascolto interiore. Effetti:    Oltre   a   scaricare   la   tensione   nervosa,   il   massaggio   antistress   può   aiutare   a   recuperare   la   coscienza   corporea alterata,   cioè   aiuta   a   ridefinire   i   confini   e   a   prendere   consapevolezza   dei   segnali   che   il   nostro   corpo   ci   invia; utile in caso di obesità. Il   massaggio   ha   funzione   analgesica,   in   quanto,   da   una   parte   stimola   la   produzione   di   endorfine,   sostanze   a riconosciuta   azione   antalgica,   e   dall'altra   induce   al   rilassamento   muscolare.   In   oltre   ha   un'azione   diuretica con conseguente rimozione dei liquidi interstiziali e della linfa ristagnante; disintossicando l'organismo. Controindicazioni:    Il   massaggio   antistress   come   per   gli   altri   massaggi   non   va   praticato   in   presenza   di:   malattie   contagiose, febbre o influenza, micosi della pelle e ferite aperte. In caso di gravidanza informare l'operatore.
A N T I S T R E S S
libera professione di cui Legge n.04 del 14 Gennaio 2013