G r a v i d a n z a
La gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti che coinvolgono sia il fisico sia la mente e possono far sentire la futura mamma più ‘brutta’ e appesantita, oltre anche spaesata e in apprensione per tutto quello che la attende” aggiunge Silvana Bozzi, operatrice esperta in massaggi orientali presso il Centro Kara di Ancona. “La donna allora avverte il bisogno di sentirsi bella, di farsi ‘coccolare’, di avere qualcuno che si dedichi a lei e il massaggio svolge proprio questo compito, trasmettendo attraverso il contatto fisico calore e benessere”. Insomma, l'obiettivo di un massaggio in gravidanza è ottenere relax, non scolpire la silhouette. "Anche se questa pratica può comunque aiutare il corpo ad affrontare meglio i cambiamenti che subirà nel corso dei mesi e a prevenire certi inestetismi” Via libera, ma con alcune precauzioni Il massaggio in gravidanza ma per non correre alcun rischio bisogna attenersi ad alcune precauzioni. 1. Parlane prima con il tuo ginecologo “Se la donna sta vivendo una gravidanza fisiologica, i massaggi possono essere effettuati per tutti i nove mesi, anche se ogni massaggio ha le sue regole e le sue indicazioni particolari ed in alcuni casi si preferisce aspettare la fine del primo trimestre” evidenzia Patrizio Antonazzo. “Anche in caso di disturbi o patologie particolari, comunque, non è detto che il massaggio sia vietato: la cosa migliore è parlarne con il proprio ginecologo, che valuterà caso per caso”. 2. Affidati solo a mani esperte In gravidanza più che mai è importante affidarsi ad operatori qualificati, 3. Sulla pancia solo sfioramenti, se tu mamma me lo permetterai.
libera professione di cui Legge n.04 del 14 Gennaio 2013