Benefici e controindicazioni I piedi sono una struttura delicata, preziosa, fondamentale per una buona qualità della vita, che viene sottoposta a inevitabile sovraccarico quotidiano. Meritano quindi di essere oggetto di attenzione e di venir trattati con cura. L’esistenza di reazioni riflesse a un contatto è non solo oggetto di segnalazioni attendibili da parte di medici, ma esperienza banale molto comune. Un bel bagno caldo, un buon massaggio ai piedi sono sempre seguiti da una sensazione molto piacevole e rilassante. La riflessologia plantare tende al miglioramento in tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. L’obiettivo è quello di eliminare gradualmente, durante le sedute, queste condizioni spesso interconnesse, riuscendo a ripristinare l’equilibrio del corpo. Vi sono alcune controindicazioni. La riflessologia plantare evita di trattare donne in gravidanza e durante il ciclo mestruale. È consigliabile effettuare il trattamento lontano dai pasti e si evita di trattare soggetti estremamente agitati o nervosi. Riflessologia plantare, per chi La riflessologia plantare è indicata per i dolori più comuni: dal mal di schiena, al mal di testa, dolori pre mestruali. Con il massaggio riflessologico del piede si riescono a combattere problemi quali cistiti, indigestione, cellulite, ansia, stress, crampi, artrosi, e un ottimo antidolorifico.
R I F L E S S O L O G I A
libera professione di cui Legge n.04 del 14 Gennaio 2013